Giovedì, 2 Luglio 2020
  • Home
  • Training Autogeno

Training Autogeno

Il Training Autogeno è una delle forme più usate di psicoterapia nel trattamento dei disturbi psicosomatici. Tale tecnica fu creata nel 1920 dallo psichiatra J.H. Schultz.
Per “training” intendiamo allenamento, cioè apprendimento di una serie di esercizi di concentrazione psichica passiva, che hanno lo scopo di portare modificazioni spontanee del tono muscolare, della funzionalità vascolare, dell’attività cardiaca e polmonare, dell’equilibrio neurovegetativo e dello stato di coscienza.
Per “autogeno” intendiamo che si genera da sé.
Infatti con gli esercizi del training autogeno si cerca di raggiungere lo stato autogeno cioè lo stato di passività assoluta, priva di atti volitivi, basata sul sentire cosa succede liberamente al nostro corpo. Questo atteggiamento di passività porta a modificazioni psichiche e fisiche diverse da quelle provocate nel nostro corpo da uno stato di tensione, ansia o stress. Lo stato di distensione permette di modificare, normalizzare gli aspetti sia fisici che psichici.
Il T.A. di Schultz può essere applicato sia in trattamenti individuali sia in trattamenti di gruppo, sia in pazienti normali, sia in pazienti con problemi fisici e psicologici.

Nei soggetti normali è indicato per:

  • Migliorare le prestazioni.
  • Prendere consapevolezza di sé.
  • Ridimensionamento spontaneo delle emozioni legati ad eventi negativi.
  • Maggiore controllo dello stress e dell’ansia.

Nei soggetti con problemi psicosomatici nei casi di:

  • Disturbi d’ansia.
  • Insonnia.
  • Emicrania.
  • Asma.
  • Ipertensione.

E’ controindicato nei casi di:

  • Psicosi.
  • Depressione grave.
  • Abulia.
  • Nevrosi ossessiva.
  • In tutte quelle patologie organiche in cui la patologia si è appena scatenata.

Il T.A. è costituito da due serie di esercizi: la prima inferiore o somatica, la seconda superiore o psichica. Nel T.A. di base la concentrazione mentale è rivolta a sensazioni somatiche ed è costituito da 6 esercizi: pesantezza, calore, cuore, respiro, plesso solare, fronte fresca.
Nel T.A. superiore la concentrazione mentale è rivolta a particolari rappresentazioni mentali.
Caratteristiche per eseguire il T.A.
Per eseguire il T.A. è necessario:

  • un ambiente tranquillo e confortevole, protetti da fattori di distrazione.
  • Eseguire gli esercizi nella fase di apprendimento almeno due-tre volte al giorno, l’esercizio deve diventare abitudine e di solito il singolo esercizio dura da uno a tre minuti.
  • Gli esercizi possono essere eseguiti stando distesi o seduti, e gli occhi restano chiusi.- - Durante l’esercizio stare attenti che i vestiti non siano troppo stretti.

Lo svolgimento degli esercizi del training autogeno per settimane in maniera costante permette di offrire ai propri muscoli, alla propria mente, ai propri nervi uno stato di distensione psichica, calma e benessere sempre più completo tale da risolvere, eliminare sintomi disturbanti, smantellare resistenze e ristabilire gli equilibri funzionali alterati.

Bibliografia:

  • Training Autogeno Dispensa, lezioni Ed. CISSPAT a cura di A. Deganello e R. Baruzzo.
  • Manuale di Training Autogeno, B.H. Hoffmann, ediz. Astrolabio.
  • J.H. Schultz Training Autogeno metodo di auto distensione da concentrazione psichica I- Esercizi Inferiori, ediz. Feltrinelli.
  • Quaderno di esercizi per il Training Autogeno, J.H. Schultz a cura di D. Langen Ed. Feltrinelli.